Maschera per capelli crespi e secchi alla banana!

Ingredienti: una banana, un uovo, olio d’oliva, miele, farina.

Questa maschera è adatta per i capelli crespi, secchi e sfibrati.

La banana è infatti ricca di vitamine (A,B1,B2,PP,C,E) e minerali (potassio, calcio, fosforo,rame, ferro) che aiuteranno a ristabilire l’idratazione del capello, rinforzarlo e a ritrovare morbidezza. Il miele è un importante nutriente, le sue proprietà potete approfondirle qui. Poi abbiamo l’olio d’oliva ricco di acidi grassi, che oltre a nutrire il capello, lo aiuterà a ritrovare lucentezza. Infine anche l’uovo ricco di proteine,  farà da condizionante naturale, domerà la nostra chioma e darà spessore al capello.

La farina servirà per addensare la maschera.

Questa maschera va’ eseguita prima di lavarsi i capelli.

Cominciamo!

Tagliamo la banana a spicchi e mettiamola nel frullatore (1), uniamo l’uovo (2) , un cucchiaino di miele (3) e infine due cucchiaini d’olio d’oliva (4).

Una volta messi tutti gli ingredienti nel frullatore (5), azionatelo per qualche instante (6), poi apritelo e inserite due cucchiai di farina (7), in questo modo la maschera risulterà meno liquida e infine frullate di nuovo, per far amalgamare la farina (8).

Ora aprite il frullatore e travasate la maschera in una ciotola (9-10). Vi consiglio di dividere i capelli in due metà; cominciate ad applicare la maschera sulla prima metà a partire dalle punte (11) ed arrivando vicino alla radice (12), infine create una cipolla e fermatela con una molletta (13), ripetete sull’altra metà dei capelli.

La maschera deve rimanere in posa minimo 40 min. ma se si ha tempo,anche un ora. Mentre passa il tempo di posa, vedrete che la maschera comincerà a seccare. Trascorso il tempo richiesto, procedete con il lavaggio abituale dei vostri capelli.

Tempo : 1 ora e 15 min. circa.

Dopo l’applicazione

Ho notato i capelli più facili da asciugare in piega, infatti ho utilizzato meno tempo del solito, inoltre né si sono elettrizzati con il phono né si sono gonfiati, ma sono rimasti disciplinati e più lucidi.

Per avere degli effetti più evidenti bisognerebbe utilizzare la maschera una volta al mese.

Importante:

La maschera, per la presenza dell’uovo, lascerà odore sui capelli, che non è proprio un pregio. L’ odore si sentirà, è inutile dire l’opposto, quindi dovete avere un po’di pazienza e sopportare, già il giorno dopo, non lo sentirete più o vagamente.

Quindi vi consiglio:

-dopo aver sciacquato la maschera fate almeno due shampoo e applicate un balsamo profumato.

– decidete di fare questa maschera un giorno che non avete particolari impregni galanti, in modo che, se l’odore vi disturba particolarmente, potete rilavare i capelli, o comunque non dovete andare da nessuna parte!

– se avete oli essenziali a casa potete aggiungerne qualche goccia nella maschera, per profumare.

Buona maschera!

Maschera viso e impacco mani con l’avocado!

L’avocado è molto utile per fare una maschera al viso illuminante e protettiva, grazie alle sue proprietà benefiche, che potrete consultare qui.

La maschera donerà luminosità, ed inoltre essendo ricca di oli e vitamine nutrirà la pelle in profondità, rendendola da subito morbida al tatto.

Cominciamo!

Maschera viso all’avocado.

Prendete l’avocado maturo e tagliatene uno spicchio (due se volete fare anche l’impacco per le mani), pulendo bene la parte oleosa, che rimane in genere attaccata alla buccia, ricca di oli! (1). Mettete l’avocado in una ciotola e cominciate a spezzettarlo (2). Ora aggiungete al vostro avocado un cucchiaio di olio di oliva, anch’esso ricco di acidi grassi essenziali, che potenzieranno l’effetto antiossidante e nutriente della maschera (3). Vi consiglio di aggiungere mezzo cucchiaino di limone, se avete la pelle grassa e di sostituirlo all’olio, se avete la pelle particolarmente grassa.

Ora fate amalgamare gli ingredienti e schiacciate eventuali pezzi, ancora grandi, di avocado (4), continuate a mescolare il tutto energicamente (5), fino a quando non avrete ottenuto una pappetta morbida (6). Ora la nostra maschera è pronta, spalmatela sul viso e tenetela in posa per almeno 15 min.

Dopodichè sciacquatela con acqua tiepida e applicate una crema viso.

La maschera oltre a dare un effetto luminoso, darà anche un effetto protettivo, grazie al film lipidico, rilasciato sulla pelle, dai grassi essenziali dell’avocado, che potremmo avvertire toccando il nostro viso.

Come per tutte le maschere vi consiglio di applicare una fascia e una maglietta a cui non tenete, per non sporcarvi, anche se questa maschera all’avocado non cola, al contrario rimane ben aderente al viso.

Buona Maschera!

Impacco mani all’avocado.

Se volete potete sfruttare il tempo di posa della maschera al viso per farvi l’impacco anche alle mani, in questo caso preparate due spicchi di avocado per fare la maschera al viso, così vi avanzerà anche per le mani. Se invece la state preparando solo per le mani, potete seguire lo stesso procedimento del viso (descritto sopra).

Per prima cosa, preparate una busta di plastica sopra a un piano di appoggio e lasciatela aperta, in modo da poter infilare facilmente la mano (1).

Ora cospargete la maschera sulla mano, specialmente nei punti dove tendete a screpolarvi di più (2).

Appena avete fatto infilate la mano nella busta, (3) e chiudetela con una molletta (4), in modo che la plastica vi protegga, per non sporcarvi e inoltre farà produrre calore, il quale aiuterà la pelle a dilatarsi ed assorbire il prodotto. Se non avete una bustina di plastica potete usare la pellicola trasparente, in questo modo: preparate due fogli di pellicola, uno stendetelo sul piano d’appoggio e l’altro tenetevelo vicino, mettete la mano sulla pellicola e copritela con l’altra, chiudendo così la mano tra i due fogli di pellicola.

Tenete in posa almeno 15 min. e a seguire lavatevi le mani con acqua tiepida.

Sentirete le vostre mani morbide e protette da vento e freddo grazie al film lipidico rilasciato dai grassi essenziali dell’avocado.

Buon impacco alle mani!

Tutorial Make up d’autunno.

In tema con l’arrivo dell’autunno, un trucco facile e veloce da realizzare.

Materiale di cui abbiamo bisogno: Matita verde, ombretto arancione, ombretto marrone, ombretto beige, mascara.

Vi piace? Allora cominciamo!

Se vi serve potete consultare Le parti dell’occhio per conoscere i punti esatti, in cui mettere il trucco.

E’ opportuno cominciare il trucco con la palpebra pulita (1), se lo avete, potete applicare un primer prima di iniziare il trucco.

Prendete la vostra matita verde e cominciate a tracciare una linea dall’esterno verso l’interno (2), stando attente a non farla troppo spessa nella parte più interna, e infine rifinitela nella parte laterale, allungandola verso l’esterno(3).

Ora prendete il vostro ombretto arancione e con l’aiuto di un pennellino ,se possibile, andate a prelevare un po’ di colore e passatelo sulla palpebra mobile (4), senza andare oltre la piega palpebrale e senza coprire la matita.

Perfezionate, aggiungendo ombretto arancione, verso l’interno e verso l’esterno, seguendo la linea della matita (5), e mettette dell’ ombretto beige sotto le sopracciglia, per dare luminosità ed otterrete un effetto come nella figura (6).

Adesso prendete l’ombretto marrone e sempre con l’aiuto del pennellino, prelevate un po’ di colore (senza esagerare) e passatelo dall’angolo esterno, andando sopra la matita verde, fino a circa metà dell’occhio, e successivamente sempre partendo dall’angolo esterno fino alla piega palpebrale (7). Ripetete l’applicazione dall’angolo esterno fino alla piega palpebrale una seconda volta, per scurire maggiormente l’angolo e dare un effetto più sfumato (8)!

Sfumate bene la parte della piega palpebrale per ottenere un effetto omogeneo e non a “riga” (9). Ora allungate la sfumatura con l’ombretto marrone anche  sotto la rima inferiore dell’occhio, per dare maggior intensità allo sguardo (10). Passate il mascara sulle ciglia (11), e il trucco è fatto (12)!

Effetto finale:trucco d’autunno.

Le parti dell’occhio.

Le parti dell’occhio, utilizzate nel trucco.

Riportate in elenco, come in figura, in ordine orario.

Sopracciglia

Arcata palpebrale

Piega palpebrale

Palpebra mobile superiore

Rima cigliare superiore/ inferiore

Angolo laterale esterno

Palpebra inferiore

Angolo interno

Ciglia