Lo smalto antistupro.

Che cos’è lo smalto antistupro?

E’ una nuova rivoluzionaria invenzione nata nell’università del North Carolina da parte di un team di studenti, che ha vinto la “Lulu eGames student competition” 2014.

Questa competizione è infatti sponsorizzata dalle iniziative imprenditoriali dello Stato del North Carolina e gli studenti partecipanti (in team o individuali)sono sfidati a progettare delle soluzioni, per risolvere problemi reali nel mondo.

Così numerosi studenti partecipano, per poter presentare i progetti da loro creati e nell’Aprile 2014, si è aggiudicato il 1° posto Undercover Colors (lo smalto antistupro)creato dal team formato da Ankesh Madan, Stephen Grey, Tasso Von Windheim and Tyler Confrey-Maloney. Come premio hanno ottenuto un finanziamento per il loro progetto pari a $6,500.

Come funziona Undercover Colors, lo smato antistupro?

Questo smalto funziona in maniera molto semplice, basta immergere il dito nel bicchiere del nostro drink e se lo smalto cambierà colore, significa che c’è qualcosa che non và.

Infatti lo smalto reagisce a sostanze usate generalmente  per drogare le donne: Xanax, Rohypnol and GHB (droga dello stupro).

In questo modo coloro che indosseranno lo smalto potranno testare ciò che bevono, e di essere avvertite se qualcosa non quadra.

Purtroppo Il fenomeno di aggiungere sostanze stupefacenti alle bevande, chiamato “drink spiking” è sempre più frequente.

Con questo smalto innovativo, si potrà prevenire una violenza sessuale, dovuta a questa procedura di stupro.

In altri casi la donna è ancora sola a difendersi e combattere con le proprie forze, ma di certo questa novità, pensata da  uomini preoccupati per le loro amiche, madri, fidanzate e figlie,  si dimostrerà un valido aiuto.

Come dice il team:

With our nail polish, any woman will be empowered to discreetly ensure her safety by simply stirring her drink with her finger. If her nail polish changes color, she’ll know that something is wrong”

“Con il nostro smalto, qualsiasi donna avrà il potere di garantire discretamente la sua sicurezza, agitando semplicemente il drink con il suo dito. Se il suo smalto cambia colore, lei saprà che c’è qualcosa di sbagliato”

Il prodotto è in fase di sperimentazione e preparazione, il team sta lavorando su questo smalto, ma ancora non si conosce una data di commercializzazione.

Review kit Hairmed per ricostruzione capelli Cheratina R3 e opinioni

Il Kit Hairmed serve per curare i capelli e ricostruirli. Possiamo cominciare ad utilizzare il kit quando notiamo che la struttura del capello è stata aggredita in maniera eccessiva, è debole,appare opaca, secca al tatto e spesso con doppie punte. Ma si può utilizzare anche dopo i trattamenti chimici come permanente, decolorazione, tiraggio, per restituire alla chioma lucentezza e volume.

Il Kit è composto da: Shampoo B6, Fluido ricostruttore R3, Maschera essenziale N5

Per quanto tempo utilizzare il kit, la mia esperienza.

Prima di scrivere questa review, ho utilizzato il kit hairmed per circa un anno, ormai mi è rimasto un solo ultimo trattamento e lo faremo insieme. Sul foglio illustrativo dice di applicare il Fluido ricostruttore R3 ogni due settimane e di usare sempre shampoo B6 e maschera N5 come mantenimento.

Io personalmente,  ho seguito questa regola per il primo mese di applicazione, ovvero ho utilizzato ad ogni lavaggio lo Shampoo e la Maschera e ogni due settimane il fluido ricostruttore.

Poi ho cominciato ad usare il kit completo, una volta al mese, come trattamento ristrutturante e le altre volte, che lavavo i capelli, utilizzavo comunque uno shampoo dermolenitivo e applicavo sempre una buona maschera.

Dopodichè, l’ho rifatto dopo circa due mesi, e così via, ma quando notavo che i miei capelli necessitavano del trattamento, lo rieseguivo, facendo passare meno tempo(circa due settimane).

Quindi concludendo, vi consiglio di fare un periodo ravvicinato per il primi mesi e poi diluire le applicazioni come mantenimento e secondo il vostro bisogno.

Ora cominciamo il trattamento!

Step 1: Bagno eudermico volumizzante B6 (shampoo)

Descrizione prodotto: Questo shampoo è  chiamato bagno eudermico perché è molto delicato e le basi lavanti utilizzate sono di origine vegetale, sono presenti inoltre amminoacidi come quelli che già appartengono al capello.

200ml di prodotto.

Applicazione: Prendete un po’ di prodotto e massaggiatelo sul cuoio capelluto e sulle lunghezze, lasciatelo agire per qualche istante, risciacquate e ripetete se necessario(se sentite i capelli ancora sporchi, se avete i capelli lunghi).

Mentre lo massaggiate noterete che lo shampoo non produce molta schiuma, ma ciò non significa che non sta lavando i capelli, semplicemente che è delicato.

Una volta fatto lo shampoo e sciacquati i capelli, tamponateli con un asciugamano delicatamente e fonateli, per qualche minuto, in modo da togliere l’acqua in eccesso.

IMPORTANTE: i capelli non vanno asciugati del tutto, ma solo parzialmente, circa il 60% dell’asciugatura. Per capirci meglio i capelli devono essere ancora ben umidi, ma non zuppi.

Step 2: Fluido ricostruttore volumizzante R3

Descrizione prodotto: Il fluido ricostruttore volumizzante è composto da elementi come: collagene e cheratina. Questi due elementi entrano nelle catene cheratiniche  all’interno della struttura del capello e vanno a riparare e fortificare in profondità le parti danneggiate, in questo modo il capello riceve sostanze necessarie per riequilibrarsi. Il fluido ha un buon odore.

100ml di prodotto.

Applicazione: Per prima cosa mettetevi una maglietta “da casa” per intenderci, perché questo fluido è appiccicoso e può capitare che durante l’applicazione vi coli.

Vi consiglio di legarvi i capelli con un mollettone e di lasciare le prime ciocche basse fuori, da queste cominceremo a mettere il fluido, mano a mano le prenderete altre.

Dovete versare il fluido alla cheratina o direttamente sulla ciocca, (stando attente che non vi esca troppo) o sulla mano e poi massaggiare sulla ciocca, dalla punta verso la radice, squama contro squama.

Procedete ciocca per ciocca, sempre dal basso verso l’alto, in questo modo il prodotto riuscirà ad entrare in profondità, fate questo processo su tutta la capigliatura, le ciocche che fate per prime cominceranno a seccarsi, ma è del tutto normale.

Ci impiegherete all’incirca un quarto d’ora, ogni tanto sentirete le mani appiccicose, vi consiglio di sciacquarvele e continuare.

IMPORTANTE: non fate grandi ciocche per risparmiare tempo, rischierete di non cospargere il prodotto in maniera uniforme.

Una volta finita tutta questa operazione, dovete stare in posa per almeno 30 min. sotto fonte di calore, in questo modo le squame si aprono e accolgono meglio il fluido.

Se si possiede un casco è l’ideale, in alternativa, raccogliete i capelli e mettetevi una cuffietta di plastica da doccia, ora accendete il phon e scaldate la capigliatura, ma non fatelo in maniera aggressiva. (Se durante la phonatura volete fare una pausa, fatela quando la capigliatura è ben calda)Il prodotto comincerà a seccare e ad essere rigido,questo perché viene assorbito, vedi foto sottostante.

Passato il tempo richiesto sciacquatevi i capelli abbondantemente con acqua, senza applicare nessun prodotto. Ora avvolgeteli in un asciugamano e lasciateli per cinque minuti, così verrà assorbita l’acqua in eccesso.

Step 3: Maschera essenziale

Descrizione prodotto: La maschera essenziale serve per chiudere le squame del capello in modo da proteggerlo dagli agenti esterni. Inoltre dona un effetto lucidante, volumizzante, rinforzante e crea una barriera protettiva sul capello.

L’odore mi ricorda i lamponi, è molto buono e lascia profumati i capelli.

250 ml di prodotto.

Applicazione: Distribuite la maschera sui capelli, (dopo averli tamponati dall’acqua in eccesso) ciocca per ciocca sulle lunghezze, non esagerate prelevando troppo prodotto, poiché è molto concentrato. Questa volta non dovete procedere dalle punte verso la radice, ma al contrario dal centro verso il basso, in questo modo andremo a chiudere il capello. Lasciate in posa la maschera per almeno 5 min. (se avete proprio fretta!) altrimenti vi consiglio di tenerla almeno 15 min.

Passato il tempo richiesto di posa, sciacquate la maschera con l’acqua e procedete con l’asciugatura dei capelli che più vi piace.

Tempo totale stimato: 1h,30 min.

Giudizio personale: Da quando ho cominciato ad usare il kit ricostruzione capelli alla cheratina di Hairdmed ho notato dalla prima applicazione il capello più morbido, più facile da domare nella messa in piega e sopratutto più spesso. Ho visto la mia chioma più corposa, più lucida e con più volume.

Il mio giudizio complessivo su questi prodotti è molto positivo, mi sono trovata bene e credo che valgano il prezzo che costano. (prezzo 60€)

Io ho comprato il kit direttamente sul sito della casa madre, a cui potete collegarvi qui.

Buona ricostruzione alla cheratina a chi ha deciso di provare!

Le forme del viso, scopri la tua!

Spesso ci poniamo questa domanda….Qual’è la forma del mio viso? Infatti interpretare da soli la forma del viso,senza essere osservati da una persona esterna, non è sempre cosa semplice. Basterà un po’ di pazienza, l’occhio attento e critico e si riuscirà a  scoprire; dopodiché  sarà più facile migliorare il nostro aspetto esteriore, seguendo i canoni della forma del viso a cui apparteniamo.

Per capire a quale forma appartieni ti consiglio di tirati indietro i capelli con una fascia, un frontino o la coda in modo da visualizzare il tuo viso più facilmente. Posizionati davanti allo specchio e osserva i contorni del tuo viso, partendo dalla fronte fino ad arrivare al mento.

Prima di cominciare guarda i disegni e leggi le  descrizioni sottostanti, così potrai riconoscere meglio la tua forma.

Inoltre,alla fine della pagina, troverai una tabella con delle domande, che serviranno per aiutarti nella scelta.

Forma del viso: Ovale

Caratteristiche: I contorni  del viso sono lineari, la parte superiore e la parte inferiore del viso sono ben proporzionate in larghezza e lunghezza, senza eccedere in nessuna misura.

Gli zigomi, le mascelle e il mento sono presenti senza eccedere.

Il viso ovale, rappresenta la perfezione, infatti le altre forme del viso si correggono, con il trucco, per assomigliare  il più possibile all’ovale.

Forma del viso: Lungo

Caratteristiche: I contorni del viso sono sviluppati più in lunghezza che in larghezza,infatti non sono presenti zigomi sporgenti, al contrario, le guance  si presentano spesso scavate e longilinee, mentre il mento, in questa forma, può essere prominente.

Forma del viso: Quadrato

Caratteristiche: I contorni del viso si manifestano ben delineati e squadrati, sono sviluppati sia in larghezza che in lunghezza quasi in egual misura, come un quadrato.

In questa forma gli zigomi sono importanti e le mascelle sono ben pronunciate, il mento appare  evidente e in linea con le mascelle.

Forma del viso: Tondo

Caratteristiche: I contorni del viso si mostrano circolari, sono sviluppati sia in larghezza che in altezza quasi in egual misura, come nel quadrato, ma in questa forma gli zigomi e le mascelle sono assenti e poco visibili, poiché sono coperti dalle “guanciotte” caratteristiche del viso tondo.

Forma del viso: Triangolo

Caratteristiche: I contorni del viso hanno una lunghezza proporzionata alla loro larghezza, che diventa massima sugli zigomi.

In questa forma infatti gli zigomi sono evidenti , le mandibole sono presenti e si stringono verso il centro, per arrivare al mento aguzzo.

Forma del viso: Cuore

Caratteristiche: Questa è una variante della forma triangolare.

Infatti presenta le stesse caratteristiche principali, ma si differisce sulla fronte; questa è ampia con l’attaccatura dei capelli a v, per questo conferisce al viso la particolare forma a cuore.

Forma del viso: Trapezio

Caratteristiche: I contorni del viso si presentano più stretti nella metà superiore e più larghi nella parte inferiore del viso, mentre la lunghezza è in proporzione alla larghezza, che diventa massima sulle mascelle. Gli zigomi sono presenti, ma le mascelle  si mostrano sporgenti e marcate e hanno un ruolo protagonista in questa forma.

Forma del viso: Diamante

Caratteristiche: I contorni del viso sono stretti nella metà superiore e nella metà inferiore del viso, mentre nella parte centrale,sull’osso zigomatico, si manifesta la larghezza massima del viso.

Infatti, in questa forma, gli zigomi sono molto pronunciati e le mascelle si stringono(come nella forma triangolare) verso il mento, che si presenta marcato e aguzzo.

Analizza il tuo viso e interrogati: come sono gli zigomi? (evidenti,presenti,nascosti);come sono le mascelle? (evidenti, presenti,strette,nascoste);la lunghezza è maggiore della larghezza? (si/no,proporzionata);quale punto del viso è più sporgente?(zigomi, mascella, mento, nessuno).

Vi ricordo, d’altra parte, che queste forme sono modelli convenzionali utilizzati nell’estetica, ma che ognuno di noi possiede le sue particolarità e caratteristiche.

Ci sono volti, che rispecchiano perfettamente queste regole ed altri invece che hanno delle singolarità.

Ad ogni modo rientrate comunque in una delle categorie delle forme del viso, ma può capitare, che non si manifestino tutti i parametri sopra descritti oppure che ne possediate anche altri (esempio: viso tondo, con zigomi evidenti; viso lungo con mento sfuggente).

Scopri anche la Forma del tuo corpo leggi qui: Le 5 forme del corpo della donna